Skip to main content
Public Health

Newsletter Salute-UE 245 - In primo piano

Un'eredità per il futuro - il ciclo di iniziative "Lo stato della salute nell'UE" del commissario Andriukaitis

Una parte dell'eredità di Vytenis Andriukaitis in qualità di commissario UE per la Salute e la sicurezza alimentare è il ciclo delle iniziative "Lo stato della salute nell'UE", che segue l'evoluzione dei nostri sistemi sanitari con una serie di brevi relazioni. L'editoriale di questa edizione è ripreso dalla prefazione del commissario Andriukaitis alla nuova relazione di accompagnamento, pubblicata il 28 novembre 2019.

L'Europa è un'Unione di cittadini e per i cittadini. Ciò che è importante per gli europei è importante per l'UE. Non dovrebbe sorprendere che dai sondaggi e dai dibattiti che si svolgono periodicamente in tutta l'UE la salute figuri sistematicamente tra le principali priorità per i cittadini europei. Hanno ragione ad aspettarsi un elevato livello di protezione della salute e spetta a tutti noi, in tutte le capitali europee, produrre risultati.

Oggi l'Europa è la regione del mondo con la più alta speranza di vita. Tuttavia, questo andamento sta rallentando, mentre le disuguaglianze tra i vari paesi e all'interno dei singoli paesi stanno crescendo. I cittadini temono che la vita dei loro figli sarà più difficile della propria. Tra le sfide che il nostro continente deve affrontare figurano i cambiamenti climatici, l'invecchiamento della popolazione, le minacce per la salute come la resistenza antimicrobica, il persistente divario digitale e la crescente polarizzazione che mina le nostre politiche basate su elementi concreti. Mantenere lo status quo non è sufficiente. Non fare niente può avere ripercussioni disastrose in termini di vite umane e impatto economico.

Come possiamo agire? Tutto inizia con un approccio credibile e basato su elementi concreti. È esattamente questo l'obiettivo dell'iniziativa "Lo stato della salute nell'UE". Si tratta di un'infrastruttura per rendere le informazioni, le competenze e le migliori pratiche del sistema sanitario facilmente accessibili ai responsabili politici e a chi può influenzare le politiche. Questo è stato uno dei miei obiettivi chiave nel corso del mio mandato di commissario, per rispondere coerentemente alla lettera d'incarico del presidente Juncker nel 2014. La Commissione europea ha intensificato la collaborazione con l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) e l'Osservatorio europeo delle politiche e dei sistemi sanitari. I frutti di questa collaborazione, i profili sanitari biennali dei paesi, sono diventati un elemento fondamentale delle conoscenze e delle informazioni che circolano tra la comunità della politica sanitaria dell'UE.

La relazione di accompagnamento illustra alcune delle tendenze più importanti nella trasformazione dei nostri sistemi sanitari. In primo luogo, sono lieto di constatare che gli sforzi per una maggiore promozione della salute e per la prevenzione delle malattie stanno dando risultati positivi. Tuttavia, tra gli ostacoli figurano i pregiudizi e lo scetticismo nei confronti dei vaccini, nonché le difficoltà di un corretto utilizzo della trasformazione digitale, una situazione che può dar luogo a vincitori e vinti. In secondo luogo, gli Stati membri sono invitati a garantire ai cittadini l'accesso tempestivo a un'assistenza sanitaria preventiva e terapeutica di buona qualità, a prezzi accessibili, come indicato nel pilastro europeo dei diritti sociali. Ma in che modo manteniamo questa promessa? Disponiamo di prove sufficienti per sostenere l'accesso universale all'assistenza? In terzo luogo, guardiamo al futuro dei nostri sistemi sanitari. Non solo abbiamo puntato i riflettori su esempi interessanti di mobilità funzionale fra il personale sanitario, ma anche su come garantire la disponibilità e l'accessibilità economica dei medicinali.

È l'obiettivo ultimo del ciclo "Lo stato della salute nell'UE" di sostenere gli Stati membri nel migliorare costantemente l'efficacia, l'accessibilità e la resilienza dei propri sistemi sanitari. Questa solida conoscenza a livello di paese e di UE alimenta ora sia la politica nazionale che la cooperazione a livello di UE. Molti Stati membri utilizzano i nostri scambi volontari per dar seguito a questa nuova base di conoscenze, discutendo i risultati e condividendo le migliori pratiche. Sono molto orgoglioso di aver avviato il ciclo "Lo stato della salute nell'UE" e spero che il mio successore continuerà ad avvalersene per conseguire le sue priorità, dato che credo fermamente che un approccio credibile basato su dati concreti resti fondamentale per la nostra politica in Europa.

Attività a livello dell'UE

Lo stato della salute nell'UE

Commissione europea - Salute e sicurezza alimentare

Notizie

La relazione di accompagnamento del 2019 trae cinque conclusioni fondamentali dai profili sanitari per paese del 2019

La recente relazione di accompagnamento illustra alcuni importanti elementi emersi dall'analisi che possono migliorare l'efficacia, l'accessibilità e la resilienza dei nostri sistemi sanitari. Le cinque principali conclusioni sono riassunte qui di seguito, mentre la relazione integrale è ora disponibile online.

La relazione di accompagnamento trae conclusioni trasversali dai profili sanitari per paese

Le conclusioni evidenziano gli obiettivi politici comuni a tutti paesi dell’UE e in settori potenziali in cui la Commissione europea può essere di aiuto nell’agevolare l’apprendimento reciproco e lo scambio di buone pratiche.

I profili sanitari per paese forniscono un'analisi completa delle sfide e delle risposte in materia di politica sanitaria

I profili sanitari per paese, che coprono tutti gli Stati membri dell'UE nonché l'Islanda e la Norvegia, sono concepiti per essere uno sportello unico per le conoscenze e le informazioni sul sistema sanitario nazionale, nell'ottica di un confronto incrociato a livello dell'UE.

Guarda il video promozionale per la relazione di accompagnamento 2019

Altri link interessanti

Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico - Indicatori della relazione "Uno sguardo alla sanità 2019"

Uno sguardo alla sanità: Europa 2018 - Lo stato della salute nell'UE

"Uno sguardo alla sanità: Europa 2018" presenta analisi comparative dello stato di salute dei cittadini dell'UE e delle prestazioni dei sistemi sanitari nei 28 Stati membri dell'Unione, in 5 paesi candidati e in 3 paesi dell'Associazione europea di libero scambio.

Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) - Profili sanitari per paese:

Stato della salute nell'UE - Relazione di accompagnamento 2017

La relazione trae cinque conclusioni fondamentali per i profili sanitari per paese, nel contesto dell'iniziativa "Lo stato di salute nell'UE".